Bullet journal: se lo abbandoni non è colpa sua ma tua. 

C da Torino un di mi scrive: […] Ho da poco iniziato ad usare il sistema del BulletJournal ma recentemente non ho il tempo fisico di sedermi e disegnare. Alla fine l’ho abbandonato ma mi dispiace. Come faccio a trovare il tempo da dedicare a decorare e disegnare? Mi dai qualche consiglio? Non vorrei doverlo buttare, specialmente dopo tutto quello che ho speso in penne stilografiche e quaderno Leutchrumm[…] 



Cara C, e cari lettori, ecco la triste e dura realtà: mantenere un BulletJournal degno dei Like di Instagram su base giornaliera è difficile, se non addirittura impossibile. Se non siete costanti e non avete già l’abitudine di scrivere ogni giorno la lista delle cose da fare, toglietevi dalla testa di replicare spread e doodle complicati nella speranza di diventare divi del BuJo. 
Le fasi giornaliere del BulletJournal di per se prendono meno di 10 minuti al giorno:

1-Leggi le entries, 
2-marca ciò che è terminato, 

3-controlla e aggiorna il calendario, 

4-compila la lista di domani. 

Fine.

Tutto il resto dipende dal tuo gusto personale e dalla quantità di tempo che vuoi investire. Non fatevi scoraggiare dalle foto su IG e Pinterest. Volete la cruda verità?! Spesso viene postata la cosiddetta “bella”, la “brutta”, quella che non vedete, è quella lista reale di cose da fare e appuntamenti che molte delle BuJo tengono ben nascosta in digitale oppure su una agenda da 2/3 euro che non vedrete mai e poi mai. La “bella copia” è studiata nei minimi dettagli : numero di parole per linea, numero di linee, colori, doodle (spesso ricalcati), ecc… C’è gente che dietro a una foto di un BuJo spread ci sta da un minimo di 3 ore a un massimo di 5, ma non é colpa del sistema! 


Il BulletJournal, come dice la mia guida in lingua italiana sul sito ufficiale, è un sistema per registrare il passato, vivere il presente, e pianificare il futuro in modo pratico e veloce. Cercate di tenere il tutto molto semplice e dedicateci almeno 5 minuti al giorno (es. durante la pubblicità mentre guardate la TV). Inoltre, non sentitevi in dovere di acquistare accessori costosi per il BUJO, specialmente se non sapete se il sistema fa per voi. Potete usare qualsiasi cosa facilmente reperibile in casa. Vi basta una penna di vostro piacere e un quaderno o blocco note. 
Ma la cosa più importante, ricordate che IG spesso è come la TV. Non è tutto oro quel che luccica. 

<<Don’t be intimidated by what you see out there. It’s less about how your book looks, and more about how it makes you feel. >> Ryder Carrol 

Vuoi saperne di più? Scopri il BulletJournal originale di Ryder Carrol sul mio canale YouTube La trovi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *